Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare: la guida completa

Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare

Immagina per un attimo di poter smettere di fumare da solo, senza ingrassare ed applicando solamente step by step un metodo il cui unico scopo è quello di riportare l’equilibrio nella tua vita rendendo semplicemente le sigarette inadeguate al tuo nuovo status energetico.

Pensi che non sia possibile? Allora rimani con me perché alla fine di questo articolo la penserai diversamente e riconsidererai il fatto di smettere di fumare applicando un metodo non convenzionale.

E sai perché lo so? Perché io l’ho già fatto! Ed in questa guida ti mostrerò come sono passato dal fumare un pacchetto e mezzo di sigarette al giorno al non toccare più una sola sigaretta senza ingrassare o impazzire.

Questo è un hack potentissimo di cui purtroppo, ahimè, non parla nessun esperto in materia.

Sei pronto? INIZAMO!

Per capire come smettere di fumare facciamo prima un passo indietro

Era ottobre del 2010 e mentre accendevo la mia ventesima sigaretta della giornata non facevo altro che pensare che prima o poi sarei morto di enfisema polmonare. Non avrei avuto altra scelta. Quella sarebbe stata la mia fine.

Loro (le sigarette) erano troppo forti per me, non sarei mai riuscito a vincerle. Il loro colore, la forma del pacchetto, tutto lo stile di vita che ruotava attorno ai gesti e le abitudini erano troppo forti e radicati dentro di me per poter anche solo pensare di smettere.

Pensavo di non avere via di uscita e che nessuno avrebbe mai potuto aiutarmi. Ero solo e destinato ad una fine terribile.

Pensavo che avrei fumato per sempre

Questi erano i miei pensieri a ridosso del 2011, prima che la mia vita andasse incontro ad un totale e radicale cambiamento che sto per descriverti nelle prossime righe, e che ha fatto tutta la differenza nel consentirmi di riuscire a  smettere di fumare per sempre.

In quel periodo della mia vita, ero ovviamente più giovane, ed ero anche molto spaesato rispetto ad oggi; avevo le idee chiare su chi volevo essere ma non sapevo assolutamente come fare per diventarlo.

Cambiavo lavoro una volta ogni tre mesi, ed in ogni cosa nella quale mi cimentavo, riuscivo bene ma poi subito dopo me ne stancavo e desideravo cambiare.

Ma cosa centra questo con il come smettere di fumare? Ora ci arriviamo..

Smettere di fumare non è un’azione ma un processo. Alla fine di questo articolo ti darò anche un piano di azione dettagliato per smettere di fumare, ma prima di arrivarci dobbiamo creare una maggiore consapevolezza, perché l’azione senza consapevolezza purtroppo ahimè, non perdura.

Ma dicevamo.

Di fatto, smettere di fumare culmina in un’azione, che è quella di smettere, ma è il processo con cui si arriva al desiderio di compiere questa azione che fa tutta la differenza.

Ed io in quel periodo fumavo moltissimo; almeno un pacchetto di sigarette al giorno con punte di un pacchetto e mezzo (e a volte anche due), e non avevo assolutamente idea di come potesse svolgersi questo benedetto processo!

Figuriamoci se potevo pensare che sarei riuscito a smettere di fumare da solo!

Tutto ciò che sapevo era che non avevo ancora una mia economia personale stabile e che ero uscito da poco più di un anno da una relazione durata quasi otto anni, che mi aveva praticamente rotto le ossa. Insomma, sapevo che era un momento difficile e che stavo cercando di rimettere a posto i pezzi.

In questo scenario terribile, le sigarette erano le mie migliori amiche.

Mentre io provavo una profonda insoddisfazione a causa di terribili avvenimenti che si stavano verificando in alcune delle aree importanti più della mia vita, come per esempio quella relazionale (partner) o quella professionale (lavoro),  loro per me erano c’erano sempre; erano le mie migliori amiche e non mi lasciavano mai solo.

Ma io ero esausto.

Il fumo mi stava consumando ma qualcosa stava per accadere nella mia vita..

Non ce la facevo più e volevo assolutamente liberarmi di questa terribile dipendenza. Il problema non era tanto “fumare” quanto “essere schiavi delle sigarette”, cioè “non essere liberi di poter fare un passo senza che il mio primo pensiero fosse destinato a loro.”

Studiai tantissimo per cercare di capire come smettere di fumare. E nel frattempo le provai TUTTE: smettere un po alla volta, diminuire le quantità, cerotti adesivi, etc…ma nulla funzionò.

Ma l’esperienza che sto per descriverti cambiò radicalmente il mio approccio al fumo e mi rese definitivamente consapevole che per capire come smettere di fumare avrei prima dovuto capire qualcosa di molto più importante..

Per capire come smettere di fumare devi prima capire questo piccolo segreto

Avrai capito che la mia era una situazione disperata e che da fumatore accanito ero convinto di non avere nessuna scelta; pensavo che sarei rimasto un fumatore per tutta la vita. E forse, se stai ancora leggendo la tua situazione non è poi così diversa da come lo era la mia.

Ma di li a qualche mese la mia situazione cambiò radicalmente ed io realizzai la formula magica per smettere di fumare e la cosa che mi meravigliò più di tutte fu che..

Smettere di fumare non aveva assolutamente nulla a che vedere con le sigarette!

CHE COSA?????

Si, hai capito bene, ora mi spiego meglio ma dovrai fare un piccolo stretching intellettuale perché ciò che sto per dirti potrebbe risultare contro intuitivo e la tua mente potrebbe inizialmente rifiutarlo.

Ti chiedo solo di sospendere il giudizio per il tempo della nostra conversazione (perché di fatto ora io sono nella tua mente e sto conversando con te) e di lasciare entrare le informazioni che sto per rivelarti.

Guarda questa immagine.

Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare | Infografica

Ripeti con me:

“I nostri comportamenti sono influenzati dal grado di soddisfazione che sperimentiamo in ogni area della nostra vita”

Ah..P.S. se ti piace questa immagine puoi condividerla sui social network pigiando in alto a sinistra direttamente sull’immagine 🙂

Hai idea di quali siano le ripercussioni di questa affermazione? In poche parole ti sto dicendo che i motivi REALI per i quali stai fumando (e per i quali fumavo anche io) non hanno nulla a che vedere con:

  • le sigarette stesse
  • il gusto delle sigarette
  • l’assuefazione
  • la nicotina
  • l’abitudine
  • il vizio

..e tutte quelle cavolate che generalmente un fumatore incallito si racconta ogni giorno.

Insomma, i motivi che spingono un fumatore a fumare in realtà non hanno nulla a che fare con il fumo, così come i motivi che spingono un alcolista a bere non hanno nulla a che vedere con l’alcool.

Questi comportamenti sono solo la punta dell’iceberg di una serie di problematiche molto più rilevanti che in realtà abbracciano ed includono tutta la tua esistenza a 360°.

Quindi chi fuma non ha problemi con il….fumo!

L’abitudine del fumo non è nient’altro che lo specchio esatto del grado di soddisfazione (o energia) che stai attualmente sperimentando a tutto tondo nella tua vita.

Ne deriva che per capire come smettere di fumare devi prima realizzare quali sono quegli ambiti della tua vita che desideri migliorare e devi comprendere che se non te ne inizi a preoccupare subito, il tuo desiderio di accidia (cioè di farti del male), aumenterà di conseguenza, anche senza che tu ne sia pienamente consapevole, e con esso il numero delle sigarette fumate a fine giornata.

Per smettere di fumare devi prima realizzare che il fumo è la punta dell’iceberg

In quel periodo lavoravo in una web agency di Londra e come il mio solito ero scappato all’estero per scappare da me stesso, sperando che mi sarei potuto ritrovare altrove.

Pivello…!

In realtà non trovai nessuno a parte me ed i miei problemi irrisolti ma qualcosa di magico successe comunque.

Prima di partire avevo iniziato a vedermi con una ragazza (la mia attuale compagna) e mentre ero a Londra ci messaggiavamo ogni giorno. In me crebbe talmente tanto il desiderio di stare con lei che decisi di lasciare il mio lavoro a Londra e tornare in Italia per poter continuare a corteggiarla più da vicino 🙂

Decisi che in Italia mi sarei impiegato come consulente web freelance e che lei sarebbe diventata la mia compagna.

Questa decisione, che sembra non avere nulla a che fare con il fumo cambiò tutta la mia vita.

Quando tornai per me fu difficilissimo…perché non avevo un lavoro, non avevo una casa mia dove abitare, e soprattutto non avevo ancora rivelato a lei quali fossero le mie reali intenzioni…praticamente ero un pazzo!

Ma la voglia di cambiare vita era talmente forte che nell’arco di un anno trovai i miei primi tre clienti, trovai una casa vicino alla sua e reiniziai ad andare in palestra. Praticamente innalzai il livello generale di soddisfazione ed energia della mia esistenza portandolo su di un altro segmento nei seguenti ambiti:

  • lavorativo/professionale ->> consulente freelance
  • relazionale ->> iniziai a stare stabilmente con lei
  • ambientale –> andai finalmente a vivere da solo
  • fisica –>> ripresi a fare sport

E la domanda che non smetteva di rimbombare nella mia testa a questo punto era: “Ma cosa centrano le sigarette in questo nuovo scenario di vita? Come posso collocarle? Ne ho ancora davvero bisogno?”

E la risposta che ne derivò fu abbastanza ovvia e fu: “Le sigarette in questo scenario non mi occorrono davvero più, perché sono finalmente soddisfatto dello stile di vita che ho sto realizzando.”

Fumare era sempre meno necessario

Allora inizia a monitorare i miei stati d’animo e mi resi conto che più passava il tempo e più provavo gratitudine e soddisfazione per ciò che stavo vivendo. Ogni giorno cercavo di capire come potevo incrementare questa gioia ed iniziai ad osservarmi sempre di più, sempre di più…e più mi osservavo e più capivo quali erano gli schemi che determinavano in me la piena soddisfazione.

Alla fine ne venne fuori un metodo, che è quello che sto per condividere con te in questo articolo.

Dopo tutta questa fatica, in realtà smettere di fumare fu estremamente più facile del previsto. Mi bastò leggere un libro (il libro di Allen Carr – Smettere di fumare è facile se sai come farlo) per smettere di fumare in soli 4 giorni!!!

Più avanti in questo articolo ti parlerò anche di come è scritto questo libro che secondo me è a dir poco GENIALE!

So che ora potresti pensare che te la sto facendo facile ed in realtà….è proprio così!! Smettere di fumare è assolutamente facile se comprendi come muoverti verso un sano e totale miglioramento della tua vita. Credimi, io l’ho fatto e se ce l’ho fatta io puoi farcela anche tu!

Ho registrato un video nel quale riassumo ed approfondisco tutti questi concetti esposti fino ad ora, in modo che ti possano essere più chiari. Guardarlo fino alla fine potrebbe fare la differenza se stai cercando di smettere di fumare.

Come smettere di fumare: l’unica cosa che conta davvero per riuscire a smettere per sempre

Credo che a questo punto avrai assimilato il concetto che per comprendere come smettere di fumare, devi prima comprendere che fumare è solo un comportamento compensatorio messo in atto da te stesso (più o meno inconsapevolmente), al solo scopo di riconfermare un disagio derivante da un’ insoddisfazione di fondo presente in altri tuoi campi esistenziali.

E credimi, questa è davvero l’unica cosa che conta davvero e che potrà aiutarti definitivamente a liberarti con gioia delle sigarette.

Ogni terapia d’urto o di attacco contro le sigarette finirà per donare maggiore energia alle sigarette stesse, rinforzando di fatto il tuo schema cognitivo/comportamentale. Proprio come ti ho mostrato dettagliatamente nel video.

  1. Devi liberarti dagli schemi ripetitivi.
  2. Devi costruire nuovi progetti.
  3. Devi sentire la gioia durante il processo.

Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare: il piano d’azione in 8 step

Da quando ho smesso di fumare è aumentato il mio senso di autoefficacia e con esso sono cambiati anche i miei comportamenti. Infatti da allora ho iniziato a creare delle liste per cercare di tenermi sempre organizzato e oggi ogni volta che ho un’idea o devo ricordare qualcosa trasformo praticamente qualsiasi cosa in una lista.

Sarà antico, ma funziona alla grande.

Quindi ora prendi carta e penna e preparati perché ti darò il piano d’azione esatto per immergerti in un processo di costruzione che ti renderà finalmente libero dalla schiavitù del fumo. Se non vuoi partire dal foglio bianco nelle prossime righe troverai il link per poter scaricare il piano d’azione completo in formato .PDF pronto per te da compilare.

Step #1 – Fai una lista delle cose di cui attualmente non ti senti pienamente soddisfatto

Questo step è fondamentale perché qui si interrompe il circolo vizioso del fumatore; ossia lo schema che lo rinchiude sempre negli stessi comportamenti e quindi nella generazione degli stessi effetti.

Ho realizzato un’infografica per rendere meglio l’idea.

Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare | Infografica che mostra i 5 step del circolo vizioso del fumatore.

Se vuoi puoi incorporare questa infografica copiando ed incollando il seguente codice sul tuo sito web o blog.

<a title="Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare" href="http://www.riccardocruciani.it/come-smettere-fumare-soli-senza-ingrassare/"><img src="https://www.riccardocruciani.it/wp-content/uploads/2018/03/il-circolo-vizioso-del-fumatore-k.jpg" alt="Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare: la guida completa" /></a><p>Immagine proveniente dall'articolo completo: <a href="http://www.riccardocruciani.it/come-smettere-fumare-soli-senza-ingrassare/">Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare</a>

Carina l’infografica vero?

Quindi, buttare giù una lista di punti che attualmente non ti soddisfano rompe lo schema e ti costringe a focalizzarti interamente sulla costruzione di qualcosa di nuovo.

Evita di scrivere in modo perfetto, scrivi così come ti viene, avrai poi modo di riorganizzare il tutto in seguito.

Ora scrivi solo di cosa non sei pienamente soddisfatto in questo momento nella tua vita.

Step #2 – Identifica l’area di appartenenza di ogni cosa che hai scritto

Questo passaggio è utile per capire in quale campo d’azione dovrai agire per migliorarti o per migliorare la situazione.

Ti riporto una lista indicativa di 10 aree fondamentali in modo che tu possa  organizzare correttamente tutto il tuo lavoro:

  1. Salute
  2. Spirituale/Emozionale
  3. Intellettuale
  4. Fisica
  5. Partner
  6. Famigia
  7. Amici
  8. Lavoro
  9. Divertimento
  10. Hobby

Per esempio, ipotizziamo che attualmente tu non sia soddisfatto del tuo corpo per via di qualche chilo di troppo.

Potresti assegnare questa insoddisfazione all’area fisica, o all’area della salute.

Non starti ad arrovellare troppo su questo punto, l’importante è che sia chiaro per te.

Una volta che avrai raggruppato in ogni area, ogni tua insoddisfazione, avrai una visione di insieme di quali siano le maggiori aree di intervento delle quali di dovrai occupare.

Step #3 – Inizia ad agire da quella più urgente

In un mondo ideale l’urgenza non dovrebbe esistere, ma sia io che te sappiamo che a volte l’urgenza si presenta alle porte in maniera anche molto esigente e pretende attenzione.

Quindi in questa fase daremo attenzione all’urgenza.

Identifica qual’è l’area che ha più bisogno di un tuo intervento costruttivo ponendoti la seguente domanda:

“Cosa mi costerebbe tra 5 anni continuare ad agire in questo modo in quest’area?”

La risposta più catastrofica ti indicherà con molta probabilità l’area dalla quale dovrai iniziare il lavoro 🙂

P.S. ti ricordo che in questa fase potrai ancora tranquillamente continuare a fumare. Dovrai evitare di pensare che stai facendo qualcosa per smettere perché in realtà stai solamente rendendo il fumo inadeguato alla nuova energia che pervaderà tutta la tua vita.

Step #4 – Identifica le risorse o le competenze che ti servono per avanzare

Una volta che avrai individuato da quale area dovrai iniziare, dovrai capire se per avanzare necessiti dell’acquisizione di nuove competenze o di nuove risorse.

In questa fase dovrai condurre un’esplorazione in lungo ed il largo di tutte le possibili risorse/competenze da mettere in cantiere per poter avanzare nella tua area di maggior interesse.

Identificare questo ti aiuterà a focalizzarti su un processo costruttivo di immenso valore e ti terrà al sicuro dal circolo vizioso del fumatore.

Step #5 – Fai il primo passo iniziando dalla cosa più semplice

Una volta mentre ero ad un corso di formazione sulla psicologia quantistica, il formatore ci disse che si narra che anche Mosè, prima di far aprire le acque del Mar Rosso dovette prima mettere un piede nell’acqua.

Questo sta a significare che l’azione è fondamentale.

E che un’azione coerente con noi stessi può essere così potente da aprire le acque di un mare così grande come quelle del Mar Rosso.

Quindi devi agire.

Inizia con la prima cosa, la più facile, quella che ti è più vicino, più a portata di mano. Evita di pensare che dovrai agire in maniera perfetta.

Come dice Mark Zuckerberg (il creatore di Facebook): fatto è meglio che perfetto.

Step #6 – Osserva te stesso e tieni d’occhio i tuoi miglioramenti

Questa fase è fondamentale poiché ti darà la percezione reale del tuo stato di avanzamento nell’area dalla quale hai iniziato a ri-costruirti. Senza percezione non c’è soddisfazione. Quindi è necessario che tu ti tenga d’occhio e sia disposto a compiacerti dei tuoi risultati positivi.

Evita di andare in ossessione o in iper-osservazione (come capita spesso al sottoscritto) e cerca di darti delle regole semplici ma efficaci. Potresti per esempio decidere di fare un punto della situazione ogni 8 settimane e valutare se e come sei migliorato o avanzato.

Non stare li tutti i giorni/minuti/secondi a misurarti e valutarti altrimenti ti verrà la labirintite.

Step #7 – Generalizza questo modello a tutte le altre aree della tua vita

Una volta che avrai capito come procedere in un’area della tua vita ed avrai iniziato a produrre risultati soddisfacenti, aumentando di conseguenza il tuo livello di soddisfazione (e dunque di energia), potrai iniziare ad estendere questo modello di comportamento anche alle altre tue aree.

Quindi ricomincia da capo e scegli di agire coerentemente con i tuoi valori.

Il fumo oramai ha i giorni contati.

Step #8 – Ora sei pronto per smettere di fumare

Bene, ci siamo. E’ arrivato il momento di liberarsi una volta per tutte dall’oppressione del fumo. Ora che sei intervenuto a 360° in tutte le aree della tua vita e che sei riuscito ad innalzarne il livello di soddisfazione, il tuo livello energetico è più alto e stabile.

E questa è la condizione ideale per operare un cambiamento indolore.

Smettere di fumare a questo punto per te sarà come decidere di regalarsi la libertà. Per me fu così. La mia vita procedeva a gonfie vele e l’idea che nelle mie giornate fosse ancora presente il fumo mi disturbava enormemente, perché sentivo che non avevo più motivo di continuare.

Non dovrai arrovelarti il cervello per capire come smettere di fumare, perché a questo punto la soluzione si farà avanti da se. Quando deciderai intimamente di volerti lasciare alle spalle la tua esperienza con il fumo, incontrerai naturalmente la soluzione più risonante e più adatta a te, e a quel punto ti basterà prenderla al volo ed utilizzarla come catalizzatore per smettere di fumare per sempre.

La soluzione potrebbe essere:

  • un libro
  • un corso
  • un metodo
  • un viaggio
  • una persona
  • etc..

Non importa la forma sotto la quale ti si presenterà l’occasione per smettere di fumare. Quando ti capiterà ti assicuro che la riconoscerai e sarà facilissimo, al contrario di quanto ti hanno obbligato a credere fino ad ora.

>>> Puoi scaricare gratuitamente (e stampare) il file in formato .PDF del piano di azione per smettere di fumare che ti ho appena esposto cliccando QUI.

Come smettere di fumare: il libro che mi ha fatto smettere per sempre

Ora vorrei parlarti del libro che mi ha aiutato a smettere definitivamente di fumare: cioè il libro di Allen Carr, che ti consiglio di leggere.

(lo trovi a questo LINK)

Lascia che te lo dica.

Allena Carr è un fxxxxto genio! E’ riuscito a scrivere un libro di una precisione e di una puntualità disarmanti. Infatti io lo consiglio sempre anche a chi non deve smettere di fumare, perché secondo me è un libro che va letto a prescindere.

Ora ti dico perché, ma prima voglio dirti perché molte persone (fumatori) che ho incontrato nella mia vita hanno avuto paura di leggerlo, oppure lo hanno iniziato ma hanno avuto paura di terminarlo.

Ero terrorizzato da questo libro

Ogni persona che incontravo che aveva iniziato a leggere questo libro mi diceva che non aveva avuto il coraggio di finire e che si era sentita spaesata. Altre persone mi dicevano che avevano letto solo le prime pagine ma poi lo avevano abbandonato per timore.

Insomma…

Intorno a questo libro roteava un alone di mistero, che ovviamente, non faceva altro che aumentare la mia curiosità. E qual’è il modo migliore per spingere una persona a fare qualcosa?

Dirgli di non farla.

E così, un bel giorno, mentre ero in macchina e pensavo a come sarebbe stato bello liberarmi una volta per tutte dalle sigarette, vidi sul lato destro della strada una libreria.

Mi accostai immediatamente e scesi per andare a vedere se avevano questo fantomatico libro di cui tutti avevano una paura terribile. Volevo proprio capire perché la sua lettura spaventava così tanto.

Appena entrai in libreria davanti ai miei occhi c’era un pila altissima di questo libro, disposti uno sopra l’altro in maniera asimmetrica.

Eccolo qui!” Pensai.

Ora voglio proprio leggere che cosa racchiudi di così tanto terrificante!

Lo acquistai e la sera iniziai subito a leggerlo. E compresi perché spaventava così tanto..

Smettere di fumare fa paura a chi non ha ancora deciso di migliorare la propria vita a 360°

Allen Carr in questo libro aveva un approccio al problema totalmente innovativo, perché non parlava di COME smettere o dei DANNI del fumo, ma parlava del PERCHE’ si fuma.

Il suo era un viaggio all’interno delle convinzioni mentali radicate nella mente di ogni fumatore al solo scopo di far emergere l’inconsistenza di tali convinzioni.

Ti faccio un esempio.

Ad un certo punto Allen Carr prende in considerazione l’affermazione di ogni fumatore (e lo so che l’hai detto anche tu!) secondo cui il fumare dopo un caffè ha un sapore eccezionale.

Bene.

Lui entra pian piano nel merito di questa affermazione e non fa altro che destrutturarla riducendola ai minimi termini, per analizzarla in ogni sua minima componente.

In questo processo di analisi, ovviamente viene coinvolto anche il lettore, che alla fine si rende semplicemente conto che la sua affermazione NON POTEVA IN ALCUN MODO ESSERE CONSIDERATA VERA.

Geniale!

E questo era esattamente il motivo per il quale tutti smettevano di leggere

Ecco svelato l’arcano.

Il libro entrava nei programmi mentali del fumatore, li destrutturava, li analizzava, li riconsiderava alla luce di fatti più realistici e li ricomponeva creando dei nuovi concetti. Alla fine, dopo che i programmi mentali venivano ricomposti, non c’era più posto per le vecchie convinzioni.

Immagina un fumatore incallito vedersi sdradicare con questa maestria dalla mente tutti i presupposti che lui crede essere veri e che gli danno la certezza di poter continuare a fumare.

Che cosa potrebbe fare se non scappare a gambe levate?

Ma questo non è stato il mio caso e, se seguirai quanto esposto in questo articolo, non sarà neanche il tuo di caso. Perché vedi, una persona che scappa dalla verità è semplicemente una persona che ha ancora bisogno di raccontarsi delle bugie.

Ma se tu non hai più bugie da raccontarti, perché le hai sostituite con delle azioni migliorative (nuovi progetti di vita), vederti smantellare dinnanzi ai tuoi occhi tutte le false verità non sarà più un problema, ma un prezioso aiuto.

Di fatto per me è stato così.

Allen Carr è entrato nella mia mente, mi ha reso consapevole delle bugie che mi raccontavo e mi ha definitivamente mostrato la via per essere libero.

A questo punto c’è chi torna indietro perché non è pronto per la libertà, o chi decide di procedere ed assumersi la responsabilità di diventare creatore della propria esistenza a tutto tondo.

Smettere di fumare è facile e si, anche tu puoi riuscirci felicemente

Spero che la mia esperienza possa in qualche modo averti ispirato ed esserti stata utile. So come ci si sente. So cosa si prova quando si accende l’ennesima sigaretta e si pensa di non riuscire ad avere il controllo.

Ma se io ce l’ho fatta, credimi, puoi farcela anche tu. Io non ho nulla di particolare rispetto a te; probabilmente siamo più simili di quanto pensi. Ti auguro di elevare tutta la tua vita al di sopra di quel malsano desiderio che conduce il cuore delle persone a chiudersi ed a farsi del male.

Puoi farcela. Inizia ora. E’ facile.

Come smettere di fumare da soli e senza ingrassare - wait image

Per scrivere questo articolo mi ci sono volute diverse settimane. Immagina solo al tempo speso per organizzare i contenuti, registrare e montare il video e creare il file .PDF da poter scaricare.

Ti sarei veramente grato se in ordine di importanza tu potessi ricambiarmi in parte il favore facendo anche una sola di queste 2 azioni (ovviamente l’ideale sarebbe fare tutte e 2 🙂 ):

  1. condividere questo articolo sui social network, con i tasti che troverai in fondo a questo stesso articolo
  2. lasciarmi una tua opinione nei commenti qui in basso e magari anche qualche altro consiglio

Ad majora.

Riccardo

N.B. Hey hai scaricato la visualizzazione guidata con la voce di Alberto Lori (la voce di super quark)? Se non lo hai fatto digita qui in basso il tuo nome e la tua email per scaricarla subito gratuitamente! Grazie a questa visualizzazione potrai iniziare a comprendere quali sono i tuoi “perché” e ciò rappresenta il primo passo da compiere per conoscere dove vuoi arrivare nella vita. Ti assicuro che ne rimarrai entusiasta!

 

Condividi con i tuoi amici










Inviare
Share on Pinterest

Lascia un commento

commenti

Copyright © 2018 - Questo blog è di proprietà della Yudream SRLs - Viale America 111 - 00144 - Roma (IT) - PI 13823821007 - PEC yudream.srls@legalmail.it - Privacy Policy